Su di me

Sono nato a Monselice nel 1978. Ho trascorso l'infanzia e la giovinezza a Padova, dove ho frequentato il Liceo Ginnasio "C. Marchesi" e dove mi sono laureato in Lettere moderne, con una tesi di Filologia italiana su Antonio Fogazzaro.

Dal 2004 insegno nei licei, prima della provincia di Treviso, poi della provincia di Vicenza. Attualmente insegno nel liceo "G. B. Brocchi" di Bassano del Grappa.

Ho pubblicato "Sul Grappa dopo la vittoria" nel 2009, per i tipi della Santi Quaranta di Treviso.

Sempre con la casa editrice trevigiana, diretta da Ferruccio Mazzariol, ho pubblicato due anni dopo, nel 2011, "Sillabario veneto".

Nel 2013 ancora con la Santi Quaranta ho pubblicato "I mercanti di stampe proibite".

Nel 2015 è uscito, per i tipi della Neri Pozza, il romanzo "La reliquia di Costantinopoli", selezionato nella dozzina finalista al Premio Strega 2016.

Nel 2016 è uscito, per BEAT, "Nuovo sillabario veneto - alla ricerca dei veneti perduti", una continuazione del "Sillabario veneto" con altre 30 parole del "mio" veneto familiare.

Nel 2017 è uscito, per Neri Pozza, il romanzo storico "Prima dell'alba", finalista al premio Acqui Storia, al premio Latisana per il Nord Est e al premio Padula città di Acri.

Nel 2018 ho pubblicato, per i tipi della Marsilio (collana "Specchi") il saggio narrato "Lungo la Pedemontana", un viaggio in bicicletta attraverso il Veneto della Superstrada.

Nel 2019 ho pubblicato con l'editrice Solferino il romanzo "L'ultimo carnevale", ambientato nel 2080 in una Venezia semisommersa e ridotta a parco turistico.

Nel 2020, con l'editrice Einaudi, ho pubblicato il romanzo "Se l'acqua ride", sull'epopea dei barcari di fiume nell'Italia degli anni Sessanta.

Fin dal 2009 incontro i lettori e chiunque voglia discutere con me sulle tematiche relative ai miei libri, presso biblioteche, scuole, librerie, circoli culturali.


Le mie presentazioni vorrebbero essere prima di tutto un momento di confronto e di dialogo aperto: al termine degli incontri mi piace rendermi conto di avere imparato qualcosa di nuovo, oltre che avere offerto spunti di discussione e di ragionamento.



Chi volesse fissare una presentazione, può contattarmi via mail: malaguti2000@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento